Menu  
   

Museo Rainis Aspazija

L'edificio che oggi ospita l'Archivio storico della Città di Lugano fu dimora un tempo, oltre che dell'esule milanese Carlo Cattaneo, anche della coppia di poeti e patrioti lettoni Rainis e Aspazija, che nei primi anni del periodo del loro esilio a Castagnola (1906-1920) abitarono in quella casa.

Nel 1908, per motivi economici, si trasferirono nella vicina pensione Stella d'Oro – abbattuta nel 1936 in seguito alla costruzione della strada Lugano-Gandria – restandovi fino al 1920, anno del loro rientro a Riga, essendo nel frattempo la Lettonia diventata uno Stato indipendente.

Il Museo Rainis e Aspazija fu allestito fin dai primi tempi nella prima casa d'abitazione dei poeti, attuale sede dell'Archivio storico. La mostra permanente del Museo Rainis e Aspazija presenta opere a stampa rappresentative dell'intensa attività letteraria svolta dai due poeti, nonché documenti fotografici, iconografici e commemorativi, significativi del valore simbolico che Rainis e Aspazija hanno assunto per il popolo lettone.

Nel 2006, in occasione del centenario dell'arrivo dei due poeti a Lugano, l'Archivio storico ha voluto ricordarli con la pubblicazione del volume trilingue (italiano, lettone, inglese) Rainis e Aspazija. Da Castagnola per la libertà, opera che reca il contributo di diversi studiosi e che fa stato di quanto è esposto nel museo. La pubblicazione traccia un quadro storico della Lettonia e presenta la figura di Rainis e di Aspazija con un'attenzione particolare dedicata alla problematica dell'esilio e agli aspetti biografici dei due illustri personaggi. Il catalogo contiene inoltre una preziosa scheda bibliografica, la cronistoria della nascita del Museo Rainis e Aspazija e della costruzione del monumento eretto nel giardinetto omonimo.

Ultima modifica 10 dicembre 2014

 

Contatti